Cerca
Filters
Close
RSS

Ricette

Linguine ai funghi con calamari e cime di rapa

Presentazione

Le linguine ai funghi con calamari e cime di rapa sono un piatto molto saporito e particolare, perchè unisce il sapore intenso dei calamari con l'amaro delle cime di rape. Il tutto è accompagnato dai funghi champignons. Un bel piatto colorato e gustoso che vi farà fare una bellissima figura.

Ingredienti (per 2 persone) - prodotti di Originale di Puglia

Procedimento

  1. Sbollentate per circa 10 minuti le cime di rapa in una padella, con acqua salata in poca quantità;
  2. Successivamente una parte la frullate con olio, aglio, prezzemolo ed un goccino di latte, mentre la restante, mettetela da parte;
  3. In una padella con olio e aglio, fate rosolare i funghi per circa 15 minuti;
  4. Mettere da parte i funghi e nella stessa padella far rosolare il calamaro, pulito e tagliato, bagnandolo con vino bianco ed aggiungendo la parte di rape non frullate, per almeno 20 minuti circa;
  5. Pronti e cotti i calamari con le rape aggiungete anche i funghi;
  6. Contemporaneamente, nella padella dove avete lessato le cime di rapa, far bollire l'acqua dopo averla salata e aggiungere le linguine.
  7. Una volta cotta la pasta, scolarla ed amalgamarla con i calamari, le cime di rapa e i funghi, non dimenticando di unire anche la crema fatta di cime di rape.

 

Mezzi paccheri con crema di melanzane e baccalà

Presentazione 

Mezzi paccheri con crema di melanzane e baccalà, un piatto con una carica di gusto straordinaria. La delicatezza della crema di melanzane lega benissimo con la morbidezza del baccalà e i profumi nell'insieme sono pazzeschi. Si sa, i piatti a base di pesce ricordano l'estate, ma questo piatto vi farà sembrare di essere accarezzati dalle onde. È solo da provare!

Ingredienti (per 3 persone) - prodotti di Originale di Puglia

  • Mezzi paccheri (pasta Sbiroli) - 250 gr.
  • 2 melanzane medie
  • Baccalà già ammollato e dissalato, privo di pelle - 200 gr.
  • Mezzo bicchiere di latte
  • 3/4 pomodorini ciliegini
  • Uno spicchio d'aglio 
  • Mezza cipolla media
  • 1 cucchiaio di paprika affumicata
  • Olio evo q.b.

Procedimento

Per la crema di melanzane

  1. Mettere le melanzane in forno a 180 gradi per 40 minuti;
  2. Privatele della buccia dopo la cottura e frullatele con olio, latte, pepe e sale, aggiungendo del prezzemolo;
  3. Una volta ottenuta la crema, metterla da parte;

Per la pasta

  1. In una padella, far riscaldare a fuoco basso olio, aglio, cipolla o scalogno con i pomodorini tagliati a spicchi;
  2. Aggiungere il cucchiaio di paprika e subito dopo il baccalà tagliato a tocchetti;
  3. Regolarlo di sale e pepe e cuocere per circa 15 minuti;
  4. Portare a bollore l'acqua in un altra padella e calare la pasta aggiungendo il sale;
  5. Appena giunta a cottura togliere la pasta. Amalgamarla con il baccalà e aggiungere la crema di melanzane.
Cartellate pugliesi

Presentazione

Le cartellate sono il dolce tipico natalizio più conosciuto fuori dalla Puglia. Sono delle roselline di pasta, a base di farina, olio e vino bianco, immerse nel vincotto, che riempirà gli spazi che si formeranno. Ogni descrizione non basterebbe a descriverle. Bisogna provarle :D.

Ingredienti

  •  1 kg di farina 00;
  •  200 ml. di olio extravergine d'oliva;
  •  1 pizzico di sale e zucchero;
  •  150 ml. di vino bianco;
  •  un pizzico di cannella;
  •  100 ml di acqua (dipende dalla durezza dell'impasto, quindi si può anche non utilizzare);
  •  olio per frittura;
  •  vin cotto;

Procedimento

1) Sistemare la farina su di un ripiano, formando una fontanella; aggiungere al centro dell'impasto l'olio, un pizzico di sale, di zucchero e di cannella. Poi, un po' alla volta, mentre si impasta, il vino bianco.
 
2) Lavorare la pasta fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo. Se l'impasto è ancora duro, aggiungere un po' d'acqua.
 
3) Fare riposare per mezz'ora e poi suddividere un po' per volta l'impasto in piccole pagnotte e stenderle, utilizzando la macchina apposita (fino ad ottenere delle sfoglie di 3/4 mm)
 
4) Tagliare delle striscioline con la rotellina a smerli, larghe 3/4 centimetri e lunghe una trentina (Dipende dalla grandezza delle cartellate che volete ottenere).
 
5) Ciascuna di queste striscioline, va piegata in due (nel senso della lunghezza) e unita con le dita ad intervalli regolari. Dopo, partendo da un capo, arrotolare la striscia su se stessa, per formare una rosa. (Attaccare per bene la parte finale, per evitare che si stacchi durante la frittura)
 
6) Lasciarle asciugare per un po' di minuti e nel frattempo mettere sul fornello la padella con l'olio; una volta arrivato a temperatura, immergere le cartellate uno o due alla volta. (Attenzione al fuoco, che non deve essere forte, altrimenti le cartellate si scuriranno troppo).
 
7) Appena diventano dorate, toglierle e appoggiarle su carta da cucina.
 
8) Nel frattempo che riposano, scaldare il vincotto in un tegamino (diluirlo con un po' d'acqua se risulta troppo denso). A bollore, immergere le cartellate e girarle da entrambe i lati.
 
9) Uscirle e appoggiarle in un piatto (anche una sull'altra).
Linguine con gamberi, pomodorini e salvia

Presentazione

È un primo piatto semplice, fresco, saporito e profumato. I gamberi regalano il meraviglioso "sapore di mare", mentre la salvia dona quel tocco in più di profumo. Un piatto semplice ma di grande impatto.

 

Ingredienti (per 3 persone) - prodotti di Originale di Puglia 

  • Linguine (pasta Sbiroli) - 200 gr.
  • Pomodorini pachino - 200 gr.
  • 4 gamberi di grandezza media
  • 10 foglie di salvia
  • Vino rosso - 1/3 di un bicchiere
  • Una manciata di dragoncello
  • Uno spicchio d'aglio
  • Qualche pezzettino di cipolla
  • Olio evo (Marrone) q.b.
  • Sale q.b.
  • 2 cucchiai di parmigiano

Procedimento

  1. Far rosolare aglio e cipolla in padella con olio caldo e successivamente aggiungere i pomodorini tagliati in quattro, tutto a fuoco basso.
  2. In contemporanea salare l'acqua dove immergere le linguine per la cottura.
  3. Dopo qualche minuto, aggiungere al sughetto in cottura il vino e un gambero tagliato in piccoli pezzetti, lavato e privato del budellino.
  4. Aggiungere la manciata di dragoncello, mescolando di tanto in tanto. Nel frattempo cuocere la pasta e versare un po' di acqua di cottura nel sughetto.
  5. Ora aggiungere gli altri gamberi interi, sempre lavati e privati del budellino.
  6. Qualche minuto prima di scolare  la pasta (dai 10/12 minuti di cottura), aggiungere anche le foglie di salvia e mescolare con un cucchiaio di legno.
  7. Ora scolare le linguine, amalgamarle al sughetto e servire con una spolverata di parmigiano.
Farfalle tricolore con cavoletti di Bruxelles e salsiccia

Presentazione

È un piatto ricco in tutti i sensi, sia di sapore sia di colore. Le farfalle tricolore fanno si che il piatto sia allegro e diverso dal solito, mentre i cavoletti e la salsiccia uniti al porro, ad un pizzico di peperoncino e curry, al pomodoro e al vino bianco, regalano un sapore unico. Un piatto che dona calore nelle giornate più fredde.

Ingredienti (per 2 persone) - prodotti di Originale di Puglia

Procedimento

  1. Far rosolare in padella per qualche minuto i cavoletti, tagliati in quattro pezzi, con olio peperoncino, aglio, porro e pomodoro.
  2. Aggiungere la salsiccia tagliata a tocchetti e continuare la cottura, sfumando poi con vino bianco.
  3. Coprire con acqua e cuocere per almeno 15/20 minuti e far raffreddare il tutto.
  4. A parte, cuocere la pasta per 10 minuti circa.
  5. Scolare la pasta e amalgamarla con i cavoletti, la salsiccia e il sughetto.
  6. Servire caldo con una spruzzatina di parmigiano. 
Linguine al nero di seppia con gamberoni

Presentazione

Questo primo piatto è molto semplice e richiede poco tempo. Il "sapore di mare" dei gamberoni, unito ai pomodorini, all'aglio, al vino bianco e ad un pizzico di paprica dolce e peperoncino, donano al piatto un sapore delicato ma deciso. Il tocco in più è dato dalle linguine al nero di seppia che regalano colore e un maggior sapore. 

Ingredienti (per 2 persone) - prodotti di Originale di Puglia

Procedimento

  1. Lavare e pulire i gamberi, privandoli del budello e del carapace, lasciando la testa;
  2. Mettere olio evo in padella con scalogno e uno spicchio di aglio;
  3. Aggiungere i pomodorini tagliati in quattro;
  4. Appena si ammorbidiscono, aggiungere i gamberi sfumati con vino bianco o cognac;
  5. Nel frattempo cuocere la pasta per circa 10 minuti in abbondante acqua salata;
  6. Aggiungere al sughetto acqua di cottura, paprica e sale;
  7.  Appena la pasta è cotta, scolare e aggiungerla al sughetto amalgamando il tutto;
  8. Servire con olio a crudo e una spolverata di prezzemolo fresco.
Paccheri con rana pescatrice, rucola e pomodorini

Presentazione

I paccheri con la rana pescatrice sono un primo piatto molto elengante, anche se questo pesce viene molte sottovalutato. È un piatto composto da ingradienti semplici, come la rucola e i pomodorini, che fanno risaltare il sapore della rana pescatrice. In più vengono utilizzati i paccheri, un formato che si sposa alla perfezione con tutti i piatti a base di pesce. 

Ingredienti (per 2 persone) - prodotti di Originale di Puglia

Procedimento

  1. In una padella con olio caldo, aggiungere uno spicchio d'aglio e far rosolare parti della rana pescatrice;
  2. Sfumare con vino bianco e dopo aggiungere pomodorini tagliati in quattro;
  3. Appena il pomodorino si ammorbidisce aggiungere peperoncino in polvere;
  4. Quando il filetto che si è precedentemente tagliato dalla rana pescatrice è pronto, aggiustare di sale;
  5. Intanto far cuocere la pasta in abbondante acqua salata per circa 12/14 minuti;
  6. Prima di scolarla, conservare un po' d'acqua di cottura per ravvivare il sughetto;
  7. Dopo aver lavato e pulito la rucola, metterla in un mix con olio, una manciata di parmigiano, un po' di anacardi, aglio e sale e frullare il tutto; (conservare qualche foglia di rucola per guarnire il piatto)
  8. Ottenuto il pesto, aggiungerlo al sughetto;
  9. Scolare la pasta ed amalgamare il tutto;
  10. Servire caldo con un filo d'olio a crudo e rucola.
Gemelli con cavolo nero e pancetta affumicata

Presentazione

Un primo piatto semplice ma gustosissimo. Il cavolo nero è l'ingrediente principe di questo piatto, a cui si unisce la pancetta affumicata. Il tutto è accompagnato da pezzetti di mozzarella. Affinchè il piatto sia perfetto, è importante la cottura del cavolo, che deve rimanere croccante, come la pancetta.

Ingredienti (per 2 persone) - prodotti di Originale di Puglia

Procedimento

  1. In una padella versare qualche cucchiaio di olio, aggiungere lo scalogno, l'aglio e la pancetta affumicata;
  2. Scottare in acqua bollente per circa 3 minuti il cavolo nero, con padella chiusa con un coperchio e farlo raffreddare in acqua fredda per mantenere il colore;
  3. Aggiungerlo in padella con l'aglio e lo scalogno;
  4. Cuocere per circa 15 minuti, assicurando che il tutto sia irrorato con l'acqua con cui si è lessato il cavolo;
  5. Una volta terminata la cottura, spegnere il fuoco e lasciar riposare. Nel frattempo lessare la pasta nell'acqua in cui si è sbollentato il cavolo per circa 12/13 minuti;
  6. Appena la pasta è pronta, amalgamarla con il cavolo, l'aglio, lo scalogno e la pancetta, aggiungendo dadini di mozzarella;
  7. Impiattare e aggiungere qualche goccia di olio extravergine.
Linguine al nero di seppia e linguine all'arancia con calamari croccanti e pomodori

Presentazione

Piatto facile e saporito, ottimo per ogni occasione perchè fa sempre bella figura. L'utilizzo di due tipi differenti di linguine, dona sia un tocco di originalità sia una fusione di sapori. Inoltre, il calamaro casca alla perfeziona, perchè è perfetto con le linguine o anche con gli spaghetti. Il pomodoro poi dà una marcia in più.

Ingredienti (per 2 persone) - prodotti di Originale di Puglia

Procedimento

  1. Fate lessare in acqua bollente il calamaro, precedentemente lavato e pulito;
  2. Cucinarlo per 10/12 minuti (n.b.: la cottura varia dalla grandezza del mollusco) e subito dopo toglierlo ed asciugarlo con carta da cucina;
  3. Continuate la cottura su piastra calda o su una brace con carbonella per altri 6/8 minuti (n.b.: la cottura varia dalla grandezza del mollusco);
  4. Una volta cotto, tagliarlo a pezzettini, ripassarlo in olio caldo insieme ai pomodorini tagliati in quattro e uno spicchio d'aglio (pulitelo e togliete l'animella centrale ), regolandolo di sale e pepe;
  5. Fate bollire l'acqua, aggiungete una manciata di sale grosso marino e immergete le linguine, facendole cuocere per circa 8/9 minuti. Contemporaneamente bagnate il sughetto con i calamari con acqua di cottura;
  6. Scolate la pasta e fatela saltare in padella con il calamaro;
  7. Servitela con prezzemolo a crudo, qualche goccia di olio e peperone.
Farfalloni al nero di seppia con patate, cozze e tocchetti di grongo

Presentazione

Un piatto ricco di colori e di sapori. Le farfalle zebrate sono il tocco particolare del piatto, perchè regalano vivacità sia al piatto e sia a chi li mangia. Poi ci sono il grongo e le cozze che oltre ad aggiungere un fantastico sapore di mare, aggiungono anche freschezza. Le patate poi, con le cozze non possomo mancare ...

Ingredienti (per 2 persone) - prodotti di Originale di Puglia

Procedimento

  1. In una padella, aggiungere olio, far soffriggere la cipolla tagliata a fuoco vivace e aggiungere i pomodorini debitamente tagliati.
  2. Dopo alcuni minuti, aggiungere la passata di pomodoro, altro olio e continuare la cottura a fuoco dolce per circa 20 minuti, aggiungendo la patata tagliata a tocchettini e regolando di sale e pepe.
  3. Accertarsi che il sughetto non secchi aggiungendo acqua o acqua di cottura della pasta.
  4. Una volta che il sughetto è quasi pronto, aggiungere le cozze e i tocchetti di grongo.
  5. NB: il pesce va cotto a parte in una padella con olio, infarinato e rosolato con aglio e poi trasferito nel sughetto con una cottura di circa 10 minuti. Lessare le farfalle facendo attenzione che la cottura non superi i 10 minuti dall'ebollizione dell'acqua.
  6. Amalgamare e servire con foglia di basilico.